Barrique e grandi botti di rovere di Slavonia, affiancate ai nuovi impianti di affinamento, per una cantina da sempre protagonista della cultura enologica abruzzese.

Una storia corale.

La nostra cantina è nata nel 1960, quando le campagne abruzzesi si spopolavano nuovamente e molti italiani lasciavano il Paese alla ricerca di un futuro migliore. I nostri padri, viticoltori da generazioni, scelsero invece di restare nei vigneti, dando vita alla Cantina Tollo.

Protagonista negli anni Sessanta e Settanta del clima di fermento vitivinicolo che animava il territorio abruzzese, la Cantina ha svolto un ruolo attivo nel settore, contribuendo a determinare un cambiamento radicale nella geografia viticola regionale. Mentre si registrava un calo delle produzioni nelle aree di Teramo e dell’Aquila, andava via via crescendo la superficie vitata nella provincia di Chieti e in particolare a Tollo, divenuta una vera e propria “Città del Vino”.

Di grande rilievo anche il contributo della Cantina al processo di regolamentazione della produzione, alle iniziative di tutela dei vini tipici regionali e ai programmi di miglioramento qualitativo delle uve e delle tecniche di vinificazione. Oggi Cantina Tollo è tra le più importanti e consolidate realtà del settore vitivinicolo italiano. Presente in tutti i paesi dell’Unione Europea, nel Nord America e nel Far East, esporta il 35% della sua produzione, con particolare attenzione ai mercati emergenti di Russia, India e Cina.

Gli impianti di invecchiamento, situati a Tollo, consistono in barrique e grandi botti di rovere di Slavonia, a cui si aggiungono le vasche di cemento vetrificato, ritenute oggi la migliori per l’affinamento.

Passione, impegno e valori condivisi hanno guidato Cantina Tollo in ogni snodo della sua storia e continuano ad accompagnarne i successi.

Il Team enotecnico


Riccardo Brighigna è alla guida del team enotecnico di Cantina Tollo, composto dagli enologi Daniele Ferrante ed Enrico Mucci, e dall’agronomo Antonio Sitti. Umbro di nascita ma abruzzese di adozione, Brighigna nel 2013 ha ricevuto la Medaglia di Cangrande Benemerito della Vitivinicoltura – prestigioso riconoscimento assegnato dal Vinitaly, la più importante manifestazione fieristica italiana nel mondo del vino – per aver apportato un determinante contributo allo sviluppo della viticoltura e alla valorizzazione dell’enologia italiana. Eletto per ben due volte (2005 e 2012) “Enologo dell’anno” dall’Associazione Italiana Sommelier Abruzzo, è molto più di un punto di riferimento nel settore.

La scelta di operare solo nella regione Abruzzo, compiuta alcuni decenni fa, è legata alla convinzione che “per raggiungere risultati convincenti è indispensabile vivere il territorio e seguire i vigneti giorno per giorno, interpretando i segnali che la natura ci trasmette”. Pioniere in Abruzzo nella tecnica della fermentazione del bianco con le bucce – applicata per la prima volta al C’Incanta, il Trebbiano di Cantina Tollo che ha meritato i Tre Bicchieri del Gambero Rosso – ama i vini autentici, capaci di esprimere le caratteristiche del vigneto di provenienza in maniera fedele e sostenibile.

Qualità e sicurezza


La Cantina Tollo si impegna nel cercare di raggiungere livelli di miglioramento continuo della qualità dei propri prodotti e dei propri servizi, nel rispetto dell’ambiente e delle persone, in modo da rispondere il più prontamente possibile a tutte le esigenze delle Parti Interessate.

A tal fine, la Direzione intende assicurare il perseguimento di questa strategia attraverso la propria Politica Integrata Qualità – Sicurezza Alimentare – Ambiente – Etica.

L’azienda è consapevole che l’obiettivo richiede un impegno costante da parte di tutto il personale operativo e che esso può essere raggiunto con successo solo attraverso un approccio sistematico delle tematiche della qualità, della sicurezza alimentare e ambientali. La Direzione crede in questo e si impegna a diffonderlo e promuoverlo nell’organizzazione e lungo l’intera filiera alimentare.

Cantina Tollo ha inoltre istituito un Gruppo di Sicurezza Alimentare incaricato di amministrare e migliorare nel tempo il sistema di gestione per garantire la sicurezza alimentare.

Per qualsiasi tipo di problema ad essa relativa in riferimento alla filiera produttiva vitivinicola, o per avere informazioni sulla garanzia di igienicità e tracciabilità dei prodotti Cantina Tollo e sul sistema di gestione, è possibile contattare il Responsabile del Gruppo di Sicurezza Alimentare:

Daniele Ferrante, enologo responsabile
Tel. 0871 961726 – Fax. 0871 962122
E-mail: d.ferrante@cantinatollo.it

Certificazioni


Per quanto riguarda la qualità delle procedure interne, è da segnalare che la Cantina ha ottenuto i seguenti attestati: certificazione dei sistemi di gestione per la qualità UNI EN ISO 9001:2008: certificazione per la sicurezza alimentare UNI EN ISO 22000:2005; certificazione dei sistemi di gestione ambientale UNI EN ISO 14001:2004.