Il boom del vino biologico è una opportunità per la grande distribuzione

8 Settembre 2016

Un incontro al Sana, promosso da Cantina Tollo, stimola il confronto tra i protagonisti del settore sulle dinamiche e le opportunità offerte dal recente boom dei consumi di prodotti biologici, un trend che interessa anche il vino, con crescite a doppia cifra.

Nel carrello della spesa biologica degli italiani, che nella grande distribuzione vale 873 milioni di euro, c’è sempre più spazio per il vino biologico, bevuto da 10,6 milioni di persone, raddoppiate nel corso degli ultimi due anni (dati Wine Monitor agosto 2016).

Di nuove tendenze bio sugli scaffali, di cosa spinge gli italiani a seguire con interesse i vini biologici e vegani, della volontà, da parte delle insegne della gdo di offrire una presenza qualificata di questi prodotti, si parlerà venerdì 9 settembre al Sana di Bologna, il Salone internazionale del biologico e del naturale, in occasione dell’iniziativa “An organic conversation: i vini bio e vegan sugli scaffali della Gdo”, promossa da Cantina Tollo.

L’incontro, moderato da Luigi Rubinelli, Direttore di RetailWatch, vedrà confrontarsi le principali insegne della grande distribuzione sulle dinamiche e le opportunità offerte dal recente boom dei consumi di prodotti biologici, un trend che interessa anche il vino, con crescite a doppia cifra in tutti i canali. All’incontro parteciperanno Alessandro Mosetti, responsabile del settore grocery alimentare e bevande di Coop Italia, Gianmaria Polti, responsabile beverage di Carrefour, Roberta Paltrinieri, sociologa dell’Università degli Studi di Bologna e Andrea Di Fabio, direttore commerciale e marketing di Cantina Tollo.